Il superamento delle barriere architettoniche è l’unico modo per permettere di aprire una via di fuga sicura in uscita dagli edifici in situazioni di evacuazione.

Scale, gradini, rampe troppo strette o ripide e altri impedimenti strutturali di vario genere possono essere causa di gravi ritardi nell’attuazione delle eventuali procedure di soccorso richieste oppure addirittura rendere impossibile l’uscita di persone in difficoltà da edifici che necessitano un’immediata evacuazione. In alcuni casi la posta in gioco è la vita stessa.

La sedia scendiscale rappresenta un dispositivo semplice e rapido che consente di portare in salvo le persone con limitate capacità motorie che in quel momento si trovano a dover abbandonare con rapidità un edificio a più piani.

Il vantaggio di essere dispositivi manuali, li rende utilizzabili in qualsiasi contesto straordinario. Non necessitano di corrente elettrica, che in caso di incendio, terremoto o altre calamità spesso viene interrotta. La loro leggerezza ne consente un impiego rapido ed un agevole trasporto anche in posizione chiusa da una zona all’altra dell’edificio ove il dispositivo si renda necessario.

Una persona sola, in totale autonomia, grazie all’impiego di questo dispositivo è in grado di fornire aiuto senza sforzi a chi ha bisogno di scendere ai piani inferiori o raggiungere un’uscita al piano terra e ne è impossibilitato da situazioni fisiche o psichiche anche temporanee.

Per poterla utilizzare non c’è bisogno di un particolare addestramento, è sufficiente consultare le semplici istruzioni riportate sul retro del poggiatesta. Per tutti questi motivi le sedie da evacuazione Excape offrono sicurezza, in maniera facile e veloce e soprattutto alla portata di tutti.